L’AIRC afferma che i vaccini non provocano il cancro

I vaccini attualmente raccomandati possono provocare il cancro?

NO, non vi sono prove di una relazione tra le comuni vaccinazioni oggi disponibili e la comparsa di tumori.
vaccini e cancro
In sintesi

Molti gruppi antivaccinisti riferiscono possibili nessi tra alcuni vaccini e un aumentato rischio di sviluppare alcuni … Continua a leggere

L’INCHIESTA  Lago di Vico (VT):  acque pericolose per la salute

foto di Legambiente del sito militare dismesso Giovedi 9 Settembre 2010, 12:07

L’Associazione Medici per l’Ambiente e Legambiente sollecitano nuovamente la bonifica

La gravità dell’inquinamento delle acque del lago di Vico e  i possibili rischi sanitari connessi … Continua a leggere

ACQUA, CONTRATTI DI FIUME STRUMENTO CENTRALE NELLA GESTIONE DEI BACINI IDROGRAFICI

Entro fine anno Conferenza mondiale dei grandi fiumi e Tavolo Nazionale sui Contratti di fiume 

Proseguono le iniziative per la preparazione dell’XI Tavolo Nazionale sui Contratti di Fiume in programma per fine anno. Grande interesse e partecipazione si è registrata quest’oggi … Continua a leggere

LETTERA APERTA AL SINDACO, AGLI ELETTI IN CONSIGLIO COMUNALE, ALLA NUOVA AMMINISTRAZIONE, AI CITTADINI, ALL’INFORMAZIONE


Sezione di Ronciglione

23.06.2017

 

Sala dei Gracchi piena di cittadini per l’occasione del primo consiglio comunale svoltosi il 22 giugno 2017 per la convalida degli eletti, il giuramento del … Continua a leggere

FESTIVAL DELLE ERBE DELLA TUSCIA 2017

Organizzato da Michele Meomartino (autore del libro ” la Sibilla delle Erbe” ed. Tracce) e da Paola Igliori curatrice di Villa Lina ( scrittrice e film-maker vedi Wikipedia) si svolge a  Villa Lina , Ronciglione V.T. ( Viale della Resistenza dirimpetto bivio Ospedale, per la PRIMA volta , il prossimo 17 e … Continua a leggere

ALGA ROSSA LAGO DI VICO E ALGA DULSE

L’articolo sotto tratto da donnananopress parla delle proprietà e dei benefici dell’Alga Dulse. Gli amministratori di Ronciglione forse ritengono la nostra alga Planthotrix rubescens simile all’Alga Dulse. Purtroppo non è così  la planthotrix rubescens non è né commestibile né bevibile è tossica e rilascia microcistine cancerogene. Abbiamo messo in … Continua a leggere

Lettera ISDE ai Ministri della Salute, Ambiente e altri

riceviamo e pubblichiamo

All’attenzione dei candidati alle elezioni comunali di Ronciglione ed in particolare dei cittadini di Ronciglione, perché con il voto scelgano le persone giuste che vogliono veramente il bene del paese salvando il lago e tutelando la salute della gente. RC

 

Al Ministro della Salute

al Ministro … Continua a leggere

Glifosato, allarme associazioni: si rischiano altri 10 anni di uso in Europa

L’iniziativa dei cittadini europei che chiede di mettere al bando il glifosato ha raggiunto le 800 mila firme. In Italia il quorum non è ancora stato raggiunto: servono 20 mila firme entro la fine del mese. E mentre ci si prepara all’iniziativa di mobilitazione contro questo … Continua a leggere

Federazione e Sezione Orte del Partito Socialista in riunione con l’on Daniele Fichera, pres VIII commissione Regione Lazio e capogruppo PSI


FEDERAZIONE PSI VITERBO

Presso la Sezione del PSI di Orte si è svolta il 4 maggio 2017 una partecipata riunione di cittadini e socialisti provenienti da tutta la provincia di Viterbo, presente l’on. Daniele Fichera capogruppo alla Pisana e presidente … Continua a leggere

Il lago d’Averno non respira cefali morti nell’acqua rossa

NAPOLI

ARTICOLI CORRELATI

di Pasquale Guardascione

POZZUOLI. Il fenomeno delle acque rosse del lago d’Averno si è esteso su quasi tutta la superficie dello specchio acqueo. Già ci sono stati primi effetti. Diversi i cefali morti presenti tra i canneti nella zona in prossimità della grotta di Cocceio. Ieri l’Arpac ha effettuato un primo sopralluogo e domani si conoscerà l’esito delle analisi delle campionature delle acque.

FOTO di

«È molto ben chiaro il tipo di fenomeno che in questo momento sta interessando l’Averno – spiega Giuseppe Onorati, responsabile monitoraggi dell’Azienda Regionale per la Protezione Ambientale della Campania – ma solo dopo i dati delle analisi potremo indicare la specie algale». Le acque rosse ieri erano facilmente visibili lungo tutto il perimetro circumlacuale e anche verso il centro del lago. «I prelievi effettuati per altri motivi martedì ci hanno per certi aspetti aiutato a capire – continua – c’è stata una prima fase in cui nei primi cinque metri c’era un eccesso di ossigeno causato da un aumento della fotosintesi della flora presente nel lago. Uno step che ha anticipato la fioritura algale avvenuta tra la notte di giovedì e la giornata di venerdì». La proliferazione delle alghe dovuto ad un ambiente ricco di nutrienti ha prodotto successivamente micro-organismi filamentosi di colore rossastro da cui ne deriva appunto il colore attuale del lago. «Non trovando però più nutrienti le alghe muoiono e vanno in decomposizione creando una reazione organica totalmente opposta a quella iniziale – spiega il dirigente dell’Arpac -. si passa da un eccesso di ossigeno alla sua totale assenza con la creazione di un ambiente anossico. A risentirne maggiormente sono i pesci che iniziano a boccheggiare a pelo d’acqua. Già ieri abbiamo constatato che alcuni sono già morti».

questo sotto il video del lago

 

 

 

Ad aggravare maggiormente il fenomeno dell’anossia è la mancanza del ricambio delle acque a causa del canale di collegamento con il mare totalmente ostruito. Canneti, vegetazione spontanea, ghiaia e rifiuti di ogni genere, infatti, sono in bella mostra lungo tutto il canale. La temperatura del primo strato delle acque del lago fino a martedì era di sedici gradi ma con il caldo anomalo di questi giorni è notevolmente aumentata favorendo il fenomeno dell’eutrofizzazione. «Nell’attesa che si conoscano gli esiti dei prelievi delle acque e si facciano le dovute verifiche – dichiara Onorati -.in via informativa consigliamo di non pescare e non cibarsi dei pesci del lago d’Averno non conoscendo ancora di quale specie algale si tratti. Il nostro non vuole essere nessun allarmismo ma in certi casi è sempre meglio prevenire».

Un fenomeno molto simile a quello dello specchio acqueo flegreo ha interessato negli anni scorsi il lago di Ledro che si trova in Trentino Alto Adige, in una valle sospesa che congiunge la valle del Chiese con il lago di Garda. Negli anni ottanta, nell’autunno del 2009 e nel novembre 2011, parte del lago si tinse di rosso per la fioritura di un alga indicatrice di un’aumentata trofia del lago. Il colore delle acque dell’Averno soprattutto in questa fase è molto simile a quello del lago di Ledro. Ma saranno solo i risultati dei prelievi dell’Arpac, che si conosceranno nella giornata di domani, a stabilirne con certezza la specie algale e la sua fase evolutiva.

Domenica 2 Aprile 2017, 14:45 – Ultimo aggiornamento: 02-04-2017 20:01

Dies Academicus “Cristiani uniti per un mondo in frantumi” Intervento della dottssa Antonella Litta

Un intervento della dottoressa Antonella Litta, referente dell’Associazione medici per l’ambiente- Isde, nell’ambito della Giornata di studio Dies Academicus “ Cristiani uniti per un mondo in frantumi” della Pontificia Università Gregoriana, svoltosi a Roma mercoledì 15 marzo 2017

 

Si è svolto mercoledì 15 marzo 2017  a Roma presso … Continua a leggere

Grande partecipazione alla manifestazione CORRITALIA 2017 Insieme per i beni culturali e ambientali-

Comitato Provinciale Viterbo

 

25 … Continua a leggere

Il Lago di Vico finisce al Ministero della Salute Si è svolta oggi a Roma una riunione sulle problematiche del bacino

21/03/2017 – 19:07

Riceviamo e pubblichiamo dall’Associazione italiana medici per l’ambiente – Isde di Viterbo

Si è svolta martedì 21 marzo 2017, presso la sede del Ministero della Salute a Roma una riunione per esaminare e discutere le gravi problematiche del Lago di Vico e dell’approvvigionamento delle acque ad uso … Continua a leggere

Ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte: troupe del Tg3 Lazio a Gallese

21 marzo 2017 Gaetano Alaimo 0 Commenti , , , , , , , … Continua a leggere

Giornata Mondiale dell’Acqua 2017: perchè esiste? Storia, curiosità e una mostra

Nel conto totale siamo stati inclusi anche noi che, pur non essendo del terzo mondo, chissà quando avremo acqua potabile in casa?  Non credo !  Senza nessuna intenzione di mancare di rispetto per uomini, donne e bambini che non hanno accesso all’acqua, desideriamo rivendicare con forza il diritto all’acqua … Continua a leggere