La ISDE dal Prefetto sulle problematiche ambientali e sanitarie derivanti dal degrado della qualità delle acque e dell’ecosistema del lago di Vico

Si è svolto lunedì 21 maggio 2108  presso la  Prefettura di Viterbo  un incontro sulle problematiche

ambientali e sanitarie derivanti dal degrado della qualità delle acque e dell’ecosistema del lago di Vico

 

Si è svolto lunedì 21 maggio 2108  presso la  Prefettura  di Viterbo  un incontro sulle problematiche ambientali … Continua a leggere

Il rapporto ISPRA sui pesticidi nelle acque – Bengasi Nattisti chiede interventi legislativi alla Regione Lazio.

Bengasi Battisti Medico e Consigliere Comunale. Direttivo Associazione Nazionale Comuni Virtuosi

Sono 259 i pesticidi trovati nelle acque italiane, con il potente e diffuso erbicida glifosate che insieme al suo metabolita AMPA, presenta il maggior numero di superamenti (rapporto ISPRA 2015/2016).

Nel 2016 nelle … Continua a leggere

Allarme glifosato: più di 259 pesticidi nell’acqua potabile italiana

 VIDEO

Secondo le ultime analisi, le acque italiane sarebbero ricche di pesticidi, tra cui glifosato.

L’utilizzo sempre più diffuso di pesticidi e sostanze chimiche nell’agricoltura continua a mettere a rischio la nostra salute. A ribadirlo è stata una delle ultime analisi effettuate sull’acquasuperficiale e in profondità nell’intera penisola italiana: secondo quanto riscontrato, nell’acqua che beviamo ci sono più di 259 tipologie di sostanze tossiche tra cui il glifosato. La situazione descritta dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) riguarda in maggior misura alcune aree dell’Italia, nelle quali sono stati predisposti controlli più frequenti.

Il rapporto dell’Ispra sulle acque italiane

Nelle scorse ore, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale ha reso noti i risultati ottenuti dalle analisi delle acque superficiali che bagnano l’intera penisola italiana.

Quanto descritto dall’Ispra ha messo in luce una situazione tanto allarmante quanto pericolosa per la salute [VIDEO], per via del fatto che è emersa la grande contaminazione da parte dell’aldicarb: si tratta di un potente insetticida che si degrada con molta difficoltà, passando invece molto facilmente nelle falde acquifere grazie all’azione delle piogge. Tale sostanza particolarmente nociva per la salute umana e non è stata riscontrata nel 67% dei 1.554 siti in cui sono stati prelevati campioni di acqua. Ma non finisce qui: l’analisi è stata condotta anche in profondità, dove è stata invece riscontrata la presenza dell’atrazina. Quest’ultimo è un principio attivo presente in alcuni erbicidi ed è stato più volte oggetto di studi approfonditi legati alla possibile cancerogenicità; anche se non tutti i test sono stati concordi, è accertata la pericolosità nei confronti delle ovaie dei criceti e la femminizzazione degli esemplari maschi di alcune specie animali come gli anfibi.

Infine il glifosato è stato ritrovato nel 48% dei siti esaminati.

Le zone maggiormente inquinate

Quanto è emerso dal quadro delineato dall’Ispra è stato poi integrato dal Ministero dell’Ambiente, il quale ha specificato le aree maggiormente coinvolte dall’inquinamento. Tra le regioni italiane, quella del Veneto, del Piemonte, dell’Emilia Romagna, della Toscana e del Friuli-Venezia Giulia sono le più colpite e proprio per questo motivo si è deciso di effettuare un numero più elevato di controlli in tutta l’Italia del Nord. La presenza di prodotti pericolosi [VIDEO] come pesticidi ed erbicidi è stata riscontrata anche in Sicilia con un esito positivo nel 60% dei punti esaminati. Nonostante questi dati allarmanti, l’Ispra ha comunque registrato rispetto agli anni passati un calo del 36,7% della vendita dei prodotti tossici e molto tossici; al contempo però Rossella Muroni, ex presidente della Legambiente, ha fatto notare come siano state trovate sostanze vietate persino da 10-20 anni.

Pesticidi: ambiente e salute ancora a rischio

da IL BLOG 10/05/2018 16:50 CEST | Aggiornato 10/05/2018 17:10 CEST 

FOTOKOSTIC VIA GETTY IMAGES

Quanti pestidici si trovano nelle acque superficiali e sotterranee italiane, e quanto sono … Continua a leggere

Presentazione del Rapporto nazionale pesticidi nelle acque – Edizione 2018

Presentazione del Rapporto nazionale pesticidi nelle acque - Edizione 2018
Per questo evento è stato raggiunto il numero massimo di iscrizioni

I pesticidi sono le sostanze chimiche utilizzate in agricoltura, ma anche in altri settori, per combattere organismi ritenuti dannosi. Come tali, tuttavia, rappresentano un rischio per gli ecosistemi e per l’uomo, che in seguito al loro uso possono essere esposti ai residui lasciati nell’ambiente. Il 10 maggio l’ISPRA presenta l’edizione 2018 del Rapporto nazionale pesticidi nelle acque, che raccoglie le informazioni delle indagini svolte nel biennio 2015-2016. Il Rapporto è realizzato dall’ISPRA sulla base dei dati forniti da Regioni e Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, con l’obiettivo di informare sulla qualità della risorsa idrica in relazione ai rischi derivanti dall’uso dei pesticidi.
Nella tavola rotonda il tema dell’impatto dei pesticidi sull’ambiente verrà analizzato da differenti punti di vista: quello delle Istituzioni, preposte alla governance, degli utilizzatori e delle associazioni ambientaliste, con una particolare attenzione alle relazioni ambiente-salute.
L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative che l’ISPRA sta sviluppando sul tema della sostenibilità ambientale, con l’obiettivo di una crescita della consapevolezza degli attori e dei decisori sui dati reali da cui è necessario partire per una ricomposizione del rapporto tra sviluppo e ambiente.

Programma

Comunicato stampa

Video di presentazione

Video degli interventi

Interviste

Rapporto nazionale pesticidi nelle acque dati 2015-2016 – Edizione 2018

Presentazioni

Pesticidi: UE approva bando permanente per tre killer delle api

 L’UE ha messo al bando in via definitiva tre pesticidi neonicotinoidi killer delle api. Ad annunciarlo è Greenpeace, che ha espresso grande soddisfazione per il divieto permanente introdotto dall’Unione Europea e per il voto favorevole dell’Italia. Una giornata che segna un momento … Continua a leggere

I funghi mangia inquinamento: bonificheranno i terreni dell’ex Carbonchimica

Dominella Trunfio 09-04-2018 da greenme

funghi mangia inquinamento

Ci sono oltre 5mila funghi che arrivano da tutto il mondo e sono custoditi gelosamente alla Micoteca dell’Università degli studi di Torino. Tra i tanti ci sono anche quelli che mangiano gli inquinanti e potrebbero rappresentare la svolta per i … Continua a leggere

Piste ciclabili al lago di Vico ? Ora è possibile

Forse è la volta buona per una pista ciclabile da Ronciglione al lago e in accordo con l’ente parco e il Comune di Caprarola tutta intorno al lago di Vico. Proviamoci. E’ un invito che rivolgiamo agli amministratori dei tre enti. RC

Le piste ciclabili rappresentano un’ottima possibilità di mobilità sostenibile. Sempre di … Continua a leggere

La Primavera della Mobilità Dolce

clicca qui 

  • Data: 26.03.18

Fino al 21 giugno 2018 una stagione di iniziative slow promossa da A.Mo.Do -Alleanza della Mobilità Dolce

  • Continua a leggere

Ivrea. Il lago San Michele è di nuovo rosso

  • IVREA. IL LAGO SAN MICHELE È DI NUOVO…

Ivrea. Il lago San Michele è di nuovo rosso

da lasentinellageolocal.it

Nessun divieto di pesca, uso agricolo … Continua a leggere

Pfas, dal 4 maggio inizia la battaglia con Unione Europea

 01.04.2018 da il giornale di vicenza clicca qui per l’articolo originale

«Pfas, dal 4 maggio
inizia la battaglia
con Unione europea»

Mara Bizzotto (Lega)

Mara Bizzotto (Lega)

«È sacrosanto che i sindaci … Continua a leggere

iniziativa cittadini Unione Uuropea per l’ambiente

clicca qui per l’articolo originale

e qui per l’articolo originale riportato sotto.

Prima di brindare alla vittoria delle nostre iniziative per bloccare l’apporto degli inquinanti nelle acque, in particolare nel lago di Vico,  cercheremo di vedere cosa veramente deciderà l’Unione Europea.

Non vorremmo che l’Unione Europea nel modificare la … Continua a leggere

Geotermia le due petizioni a Bruxelles contro i progetti a Caprarola e Carbognano

Geotermia, le due petizioni a Bruxelles contro i progetti a Caprarola e Carbognano (3 video)

 

clicca qui per le conclusioni della commissione europea

Continua a leggere

ONU. Estinzione umana più vicina

marzo 25, 2018 per la’articolo originale clicca qui

 

La biodiversità di tutte le regioni del mondo continua a calare pericolosamente minacciando il benessere umano, hanno avvertito gli esperti Onu a Medellin, Colombia, quando hanno presentato quattro rapporti … Continua a leggere

La commissione europea ha avviato l’esame della petizione proposta dall’AICS provincia di Viterbo

La commissione europea ha avviato l’esame della petizione n. 0845/2017 sulla Geotermia proposta dall’AICS Comitato provinciale di Viterbo come primi firmatari Dario Mazzalupi e Raimondo Chiricozzi

 

 

PETIZIONE … Continua a leggere

Petizione europea contro la geotermia

 26 febbraio 2018 Gaetano Alaimo  0 Commenti 

NewTuscia – VITERBO – A fronte di una serie di iniziative messe in campo nello scorso anno, tra cui svariate petizioni … Continua a leggere

Ambiente: Mattarella, “grande sfida del secolo è garantire l’accesso per tutti all’acqua potabile e sicura”

CONVEGNO FAI da agensir.it

24 febbraio 2018 @ 11:57

“La grande sfida di civiltà del XXI secolo: garantire, in attiva collaborazione tra società civile, istituzioni e organismi internazionali, l’accesso per tutti all’acqua potabile e sicura, diritto umano universale, divenuto uno degli obiettivi dell’agenda … Continua a leggere

Orgogliosamente motorizzato da Parabola & WordPress.