In previsione delle prossime elezioni si ripropone a tutte le forze politiche il completamento della Ferrovia dei due Mari, da Civitavecchia ad Ancona

da ciroclovegetariano calcata clicca qui

Lettere inviate e ricevute Paolo D’Arpini 4 febbraio 2018

Il costo del trasporto ferroviario di 17 volte inferiore a quello stradale … Continua a leggere

Convegno Orte 23 febbraio 2018: PROGETTO INTEGRATO DEL CENTRO ITALIA E FERROVIA DEI DUE MARI – PER IL RIEQUILIBRIO DEL TERRITORIO, IL TURISMO E LO SVILUPPO ECONOMICO

Il Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia-CapranicaSutri-Orte, in collaborazione con il Comune di Orte, i Comuni e provincie interessati dalla ferrovia dei “DUE MARI – CIVITAVECCHIA ORTE ANCONA”,  e molte associazioni ambientaliste, culturali, turistiche, dei consumatori, dei pendolari, organizza Il Convegno sul tema:

“PROGETTO INTEGRATO DEL CENTRO ITALIA … Continua a leggere

Ecologia profonda Bioregionalismo Spiritualità laica

Risultati immagini per rete bioregionale logo   Io fui uno dei fondatori del Movimento Bioregionale in Italia, sin dai tempi in cui risiedevo a Calcata, e sono rimasto nella Rete malgrado le correnti avverse che, come spesso accade, hanno suddiviso il gruppo … Continua a leggere

Trasporto pubblico gratis in Germania per combattere lo smog

Ambiente, l’azione inquinante dell’uomo

L’azione dell’uomo modifica l’ambiente, ma nel tempo quest’azione è stata distruttiva. Lo mostra l’illustratore Steve Cutts in un cortometraggio di animazione, che racconta come gli esseri umani possano essere deleteri per il pianeta Terra.

La Commissione Europea sta attualmente valutando … Continua a leggere

Vietare l’uso dei pesticidi, si può fare. di Paolo D’arpini

“Seduto senza far niente. Viene la primavera e l’erba cresce da sé”. Così recita un famoso detto zen, per significare che in natura le cose succedono senza doversi affaticare né preoccupare. Però nella società mondana, fatta di regole e … Continua a leggere

L’Arsenico è un veleno . Forse non lo abbiaimo ancora compreso

Associazione medici per l’ambiente- Isde di Viterbo:“  Si intervenga  subito e con ogni mezzo per riportare almeno entro i limiti di legge i valori di Arsenico e Fluoro nelle acque destinate ad uso umano per tutelare la salute delle  popolazioni e in particolare dei bambini”

 

In questi giorni i … Continua a leggere

L’eccezionale “Smoking Land” scoperta alle isole Eolie: oltre 200 vulcani sommersi

Grandi strutture molto estese che non trovano eguali in tutto il Mediterraneo e che somigliano ai famosi camini delle zone vulcaniche oceaniche profonde

Andrea Di Piazza 
Geologo e ricercatore
  • 14 febbraio 2018

Il mare delle Eolie è teatro di una scoperta eccezionale. Ribattezzato dai suoi scopritori “Smoking Land”, è stato scoperto un sitoidrotermale con oltre 200 camini di origine vulcanica sul fondale compreso tra l’isola di Panarea e l’isolotto di Basiluzzo, a circa 70-80 metri di profondità.

L’area è più o meno nota sin dal 2015 ma i risultati dello studio condotto da un team di ricercatori dell’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ismar-Cnr), dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), in collaborazione con la Marina Militare, le Università di Messina e di Genova e l’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero (Iamc-Cnr), sono stati pubblicati sulla rivista Plos One soltanto in questi giorni.

Il campo idrotermale è caratterizzato da decine e decine di strutture a forma di cono, chiamate appunto camini, e composte principalmente da ossidi di ferro, con un’altezza variabile tra 1 e 4 metri e una base di diametro medio di circa 3.8 metri.

Grandi strutture molto estese dunque che non trovano eguali in tutto il Mediterraneo e che somigliano ai famosi camini delle zone vulcaniche oceaniche profonde.

Le esplorazioni condotte con l’ausilio di un robot filoguidato dotato di telecamera (ROV, Remotely Operated Vehicle) hanno permesso inoltre di osservare lo sviluppo di un particolare habitat attorno a queste strutture, composto da vari organismi tra cui un’estesa popolazione di alga rossa (Peyssonnelia spp.), spugne, briozoi e policheti tubicoli (i vermi col ciuffo, per intenderci).

Un’ambiente sottomarino con un particolare equilibrio biologico e geochimico, regolato principalmente dai gas di origine vulcanica emessi dai camini.

Questi ultimi, inoltre, sono allineati lungo una faglia che permette la risalita dei gas magmatici dalle viscere del complesso vulcanico di cui l’isola di Panarea e gli scogli viciniori rappresentano la porzione emersa.

Il cuore del vulcano è ancora caldo come testimoniano le emissioni di gas e il recente violento episodio di degassamento avvenuto tra Lisca Bianca e Bottaro nel 2002.

Nelle prime ore del mattino del 3 novembre di quell’anno, al largo di Panarea si formarono due grandi colonne di gas e bolle, in seguito a un evento esplosivo che ha creato un cratere profondo circa 10 metri sul fondo del mare, oltre ad avere rilasciato significative quantità di gas di origine magmatica.

La scoperta della “Smoking Land” ci ricorda dunque come il sistema vulcanico di Panarea sia ancora attivo e poco conosciuto, fattori che dovrebbero incoraggiare nuovi studi e lo sviluppo di un sistema di monitoraggio e sorveglianza dei fondali dell’isola più mondana delle Eolie, e forse anche più sorprendente.

FONDAZIONE FS – MIBACT, Progetto Binari senza tempo-Riaprire la tratta Civitavecchia Orte delle Ferrovia dei DUE MARI

Un grande successo; ci siamo riusciti. Moretti presidente Fondazione FS è convinto anche lui dell’importanza della riapertura della Ferrovia Civitavecchia Orte, la tratta della Ferrovia dei DUE MARI .

Un grande GRAZIE ai collaboratori e soci del comitato per la riapertura della Ferrovia, ai deputati e senatori che hanno svolto con noi un grande lavoro, ad iniziare dagli onorevoli, Francesco Aracri, Massimiliano Bernini, Marta Iacono, Alessandro Mazzoli,  Fabio Melilli, Maria Migliore, Emiliano Minnucci, Oreste Pastorelli, Sergio Pollastrelli, Alessandra Terrosi, al presidente della commissione trasporti della Camera Michele Pompeo Meta e  ai componenti delle Commissioni dei Trasporti della Camera e del Senato, ai deputati e senatori che hanno approvato all’unanimità la legge 128/2017  sulle ferrovie turistiche, ai membri delle giunte e dei consigli regionali Silvia Blasi, Michele Civita, Daniele Fichera, Enrico Panunzi, Daniele Sabatini, Devid Porrello e dei consigli provinciali Pietro Nocchi, Renzo Trappolini , che hanno approvato ordini del giorno e delibere e piani dei trasporti,  ai Sindaci del territorio viterbese e del Centro Italia e al loro capofila Sindaco di Gallese Danilo Piersanti,  al Ministro dei Trasporti Graziano Delrio e al vice Ministro Riccardo Nencini, a Fondazione FS e al suo Presidente Moretti ed in particolare al Direttore Luigi Cantamessa, a coloro che riuscirono a far finanziare il progetto dalla UE, Marcello Mariani, A.Mallamo, all’autorità di sistema portuale Francesco Di Majo, al Presidente del CENSIS Giuseppe De Rita e soprattutto ai cittadini che ci hanno sostenuto. Sono tante le persone che vorremmo ringraziare per aver appoggiato la  lunga battaglia e chiediamo scusa se non è possibile in questa breve nota citarle tutte. Lo faremo a Orte il 23 Febbraio 2018 al convegno dove  festeggeremo questo passo importante e proporremo a Sindaci e amministratori  di lavorare ancora assieme a noi ad  un progetto integrato che favorisca, tramite la ferrovia, lo sviluppo economico del viterbese e del Centro Italia.

GRAZIE A TUTTI ! Anche a coloro che ritenevano inutile la nostra decisione di continuare a lottare.

Estendiamo l’invito al convegno a tutti coloro che hanno favorito questo grande risultato e a tutti i cittadini.

 

INVITO

Il Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia-CapranicaSutri-Orte, in collaborazione con il Comune di Orte, i Comuni interessati dalla ferrovia dei “DUE MARI – CIVITAVECCHIA ORTE ANCONA”,  e molte associazioni ambientaliste, culturali, turistiche, dei consumatori, dei pendolari, organizza Il Convegno sul tema:

“PROGETTO INTEGRATO DEL CENTRO ITALIA E FERROVIA DEI DUE MARI-
PER IL RIEQUILIBRIO DEL TERRITORIO, IL TURISMO E LO SVILUPPO ECONOMICO”

che si terrà il
23 febbraio 2018 ore 16,00 in Orte
nella sala delle Bandiere del  Palazzo comunale o Palazzo Cardinale Nuzzi,
al quale desideriamo invitarla
.

Hanno assicurato la partecipazione oltre ai Sindaci del viterbese e del Centro Italia interessati alla ferrovia e ai responsabili delle istituzioni locali, i cons. regionali del Lazio, dell’Umbria e delle Marche, deputati e senatori della Repubblica, membri del Governo nazionale, urbanisti, personalità della cultura e dell’associazionismo.

Verranno altresì invitati i candidati alle elezioni politiche e regionali del Lazio.

La riunione avviene dopo la approvazione della legge 128/2017 all’unanimità da parte del Parlamento che inserisce la tratta ferroviaria Civitavecchia-Orte della Ferrovia dei DUE MARI, nelle linee ferroviarie turistiche nazionali.

Con il convegno si vorrebbe ridare centralità alle questioni che interessano i cittadini e cioè la creazione di posti di lavoro e una migliore qualità della vita. Con lo sguardo attento al territorio e a ciò che offre, emerge netta la necessità di chiedere il suo riequilibrio, enormemente squilibrato nei confronti di Roma metropolitana e quindi mettere in atto iniziative anche legislative, per la creazione di un’AREA di cui faccia parte il viterbese, la parte alta della provincia di Roma con Civitavecchia e il suo Porto, Grosseto, Rieti e l’Umbria (Terni, Orvieto, Perugia) .  Alcune iniziative prese negli ultimi tempi vanno verso questa ipotesi. La creazione del distretto turistico dell’Etruria meridionale, l’alleanza tra territori CIVITER (Civitavecchia-Viterbo-Terni-Rieti). Perché non rimangono asfittiche e non propulsive di sviluppo, vanno accompagnate da un Progetto integrato che favorisca la creazione di occupazione in loco,  nel Centro Italia e con le infrastrutture necessarie.

In attesa di conferma, anche telefonica, che ci auguriamo favorevole, cordiali saluti.         

                                                                                                                                             Raimondo  Chiricozzi

08 febbraio 2018

 

 

COMITATO PER LA RIAPERTURA DELLA FERROVIA CIVITAVECCHIA CAPRANICA ORTE
Tel 0761652027–3683065221 Email:comitato.civitavecchia.orte@gmail.com Via Resistenza,3–01037 Ronciglione VT

Inquinamento atmosferico: oggi a Bruxelles incontro con gli Stati membri inadempienti

MARTEDÌ 30 GENNAIO 2018 17:29:37

I ministri di Repubblica ceca, Germania, Spagna, Francia, Italia, Ungheria, Romania, Slovacchia e Regno Unito – si sono riuniti a Bruxelles su invito del Commissario UE per lAmbiente Karmenu Vella per individuare soluzioni al problema dell’inquinamento dell’aria. I nove Stati membri hanno in corso i procedimenti … Continua a leggere

Lettera e documento ” I MONTI CIMINI, IL LAGO DI VICO, L’ACQUA POTABILE” inviato ai candidati al consiglio Regione Lazio e alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica

 

Continua a leggere

Arrivano dai rischi ambientali 12,6 milioni di decessi l’anno: un tema da campagna elettorale?

Economia ecologica | Inquinamenti

Unep e Oms intensificano la collaborazione, ma serve anche l’impegno delle singole nazioni

Anche in Europa inquinamento atmosferico, dell’acqua, acustico e sostanze chimiche sono «all’origine del 15% dei decessi»

[23 gennaio 2018]clicca qui per l’articolo originale

Continua a leggere