I nuovi obiettivi Ue per riduzione CO2 per agricoltura, trasporto, edilizia e rifiuti

Energia: edifici Ue più efficienti e “smart” entro il 2050

[18 aprile 2018]

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva du proposte di legge che prevedono che le emissioni di CO2 prodotte da agricoltura, trasporti, edilizia e … Continua a leggere

I funghi mangia inquinamento: bonificheranno i terreni dell’ex Carbonchimica

Dominella Trunfio 09-04-2018 da greenme

funghi mangia inquinamento

Ci sono oltre 5mila funghi che arrivano da tutto il mondo e sono custoditi gelosamente alla Micoteca dell’Università degli studi di Torino. Tra i tanti ci sono anche quelli che mangiano gli inquinanti e potrebbero rappresentare la svolta per i … Continua a leggere

La Primavera della Mobilità Dolce

clicca qui 

  • Data: 26.03.18

Fino al 21 giugno 2018 una stagione di iniziative slow promossa da A.Mo.Do -Alleanza della Mobilità Dolce

  • Continua a leggere

Ivrea. Il lago San Michele è di nuovo rosso

  • IVREA. IL LAGO SAN MICHELE È DI NUOVO…

Ivrea. Il lago San Michele è di nuovo rosso

da lasentinellageolocal.it

Nessun divieto di pesca, uso agricolo … Continua a leggere

Pfas, dal 4 maggio inizia la battaglia con Unione Europea

 01.04.2018 da il giornale di vicenza clicca qui per l’articolo originale

«Pfas, dal 4 maggio
inizia la battaglia
con Unione europea»

Mara Bizzotto (Lega)

Mara Bizzotto (Lega)

«È sacrosanto che i sindaci … Continua a leggere

iniziativa cittadini Unione Uuropea per l’ambiente

clicca qui per l’articolo originale

e qui per l’articolo originale riportato sotto.

Prima di brindare alla vittoria delle nostre iniziative per bloccare l’apporto degli inquinanti nelle acque, in particolare nel lago di Vico,  cercheremo di vedere cosa veramente deciderà l’Unione Europea.

Non vorremmo che l’Unione Europea nel modificare la … Continua a leggere

Geotermia le due petizioni a Bruxelles contro i progetti a Caprarola e Carbognano

Geotermia, le due petizioni a Bruxelles contro i progetti a Caprarola e Carbognano (3 video)

 

clicca qui per le conclusioni della commissione europea

Continua a leggere

ONU. Estinzione umana più vicina

marzo 25, 2018 per la’articolo originale clicca qui

 

La biodiversità di tutte le regioni del mondo continua a calare pericolosamente minacciando il benessere umano, hanno avvertito gli esperti Onu a Medellin, Colombia, quando hanno presentato quattro rapporti … Continua a leggere

La commissione europea ha avviato l’esame della petizione proposta dall’AICS provincia di Viterbo

La commissione europea ha avviato l’esame della petizione n. 0845/2017 sulla Geotermia proposta dall’AICS Comitato provinciale di Viterbo come primi firmatari Dario Mazzalupi e Raimondo Chiricozzi

 

 

PETIZIONE … Continua a leggere

Petizione europea contro la geotermia

 26 febbraio 2018 Gaetano Alaimo  0 Commenti 

NewTuscia – VITERBO – A fronte di una serie di iniziative messe in campo nello scorso anno, tra cui svariate petizioni … Continua a leggere

Vietare l’uso dei pesticidi, si può fare. di Paolo D’arpini

“Seduto senza far niente. Viene la primavera e l’erba cresce da sé”. Così recita un famoso detto zen, per significare che in natura le cose succedono senza doversi affaticare né preoccupare. Però nella società mondana, fatta di regole e … Continua a leggere

L’Arsenico è un veleno . Forse non lo abbiaimo ancora compreso

Associazione medici per l’ambiente- Isde di Viterbo:“  Si intervenga  subito e con ogni mezzo per riportare almeno entro i limiti di legge i valori di Arsenico e Fluoro nelle acque destinate ad uso umano per tutelare la salute delle  popolazioni e in particolare dei bambini”

 

In questi giorni i … Continua a leggere

Lettera e documento ” I MONTI CIMINI, IL LAGO DI VICO, L’ACQUA POTABILE” inviato ai candidati al consiglio Regione Lazio e alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica

 

Continua a leggere

Pfas: «Quarant’anni di veleni cancellati dalla prescrizione»

Questo è ciò che accade purtroppo a causa della prescrizione. I reati ambientali che hanno provocato e provocano danni alla tiroide, tumori, morte  e distruzione dell’ambiente, difficilmente risanabile se non a spese esorbitanti dello Stato non possono cadere in prescrizione. RC 

Vicenza, lo rivela il procuratore Cappelleri in audizione … Continua a leggere

ACQUA, CONTRATTI DI FIUME STRUMENTO CENTRALE NELLA GESTIONE DEI BACINI IDROGRAFICI

Entro fine anno Conferenza mondiale dei grandi fiumi e Tavolo Nazionale sui Contratti di fiume 

Proseguono le iniziative per la preparazione dell’XI Tavolo Nazionale sui Contratti di Fiume in programma per fine anno. Grande interesse e partecipazione si è registrata quest’oggi … Continua a leggere

Il Papa: “È irresponsabile inquinare acqua e aria, i governi agiscano”

Messaggio ai partecipanti al Congresso internazionale “Laudato si’ e le grandi Città” in corso in Brasile: «Non stiamo a braccia conserte di fronte al degrado ambientale». Francesco aderisce ad una campagna mondiale a favore del creato

Il Papa: “È irresponsabile inquinare acqua e aria, … Continua a leggere

Meno pesticidi nei corsi d’acqua

SVIZZERA

12/06/2017 – 14:25

La Federazione Svizzera di Pesca chiede maggior attenzione sui pesticidi: «Le autorità controllino e sanzionino maggiormente»

BERNA – La Federazione Svizzera di Pesca vuole che meno pesticidi derivanti dall’agricoltura finiscano in fiumi e … Continua a leggere

I SOCIALISTI VITERBESI PER LO SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI VITERBO


FEDERAZIONE PSI VITERBO

Continua l’iniziativa dei socialisti della Provincia di Viterbo di approfondimento nelle apposite commissioni delle tematiche, riguardanti lo sviluppo del territorio, la salvaguardia dell’ambiente, la mobilità, l’agricoltura, il turismo, la sanità e in generale le questioni quali il … Continua a leggere

Il lago d’Averno non respira cefali morti nell’acqua rossa

NAPOLI

ARTICOLI CORRELATI

di Pasquale Guardascione

POZZUOLI. Il fenomeno delle acque rosse del lago d’Averno si è esteso su quasi tutta la superficie dello specchio acqueo. Già ci sono stati primi effetti. Diversi i cefali morti presenti tra i canneti nella zona in prossimità della grotta di Cocceio. Ieri l’Arpac ha effettuato un primo sopralluogo e domani si conoscerà l’esito delle analisi delle campionature delle acque.

FOTO di

«È molto ben chiaro il tipo di fenomeno che in questo momento sta interessando l’Averno – spiega Giuseppe Onorati, responsabile monitoraggi dell’Azienda Regionale per la Protezione Ambientale della Campania – ma solo dopo i dati delle analisi potremo indicare la specie algale». Le acque rosse ieri erano facilmente visibili lungo tutto il perimetro circumlacuale e anche verso il centro del lago. «I prelievi effettuati per altri motivi martedì ci hanno per certi aspetti aiutato a capire – continua – c’è stata una prima fase in cui nei primi cinque metri c’era un eccesso di ossigeno causato da un aumento della fotosintesi della flora presente nel lago. Uno step che ha anticipato la fioritura algale avvenuta tra la notte di giovedì e la giornata di venerdì». La proliferazione delle alghe dovuto ad un ambiente ricco di nutrienti ha prodotto successivamente micro-organismi filamentosi di colore rossastro da cui ne deriva appunto il colore attuale del lago. «Non trovando però più nutrienti le alghe muoiono e vanno in decomposizione creando una reazione organica totalmente opposta a quella iniziale – spiega il dirigente dell’Arpac -. si passa da un eccesso di ossigeno alla sua totale assenza con la creazione di un ambiente anossico. A risentirne maggiormente sono i pesci che iniziano a boccheggiare a pelo d’acqua. Già ieri abbiamo constatato che alcuni sono già morti».

questo sotto il video del lago

 

 

 

Ad aggravare maggiormente il fenomeno dell’anossia è la mancanza del ricambio delle acque a causa del canale di collegamento con il mare totalmente ostruito. Canneti, vegetazione spontanea, ghiaia e rifiuti di ogni genere, infatti, sono in bella mostra lungo tutto il canale. La temperatura del primo strato delle acque del lago fino a martedì era di sedici gradi ma con il caldo anomalo di questi giorni è notevolmente aumentata favorendo il fenomeno dell’eutrofizzazione. «Nell’attesa che si conoscano gli esiti dei prelievi delle acque e si facciano le dovute verifiche – dichiara Onorati -.in via informativa consigliamo di non pescare e non cibarsi dei pesci del lago d’Averno non conoscendo ancora di quale specie algale si tratti. Il nostro non vuole essere nessun allarmismo ma in certi casi è sempre meglio prevenire».

Un fenomeno molto simile a quello dello specchio acqueo flegreo ha interessato negli anni scorsi il lago di Ledro che si trova in Trentino Alto Adige, in una valle sospesa che congiunge la valle del Chiese con il lago di Garda. Negli anni ottanta, nell’autunno del 2009 e nel novembre 2011, parte del lago si tinse di rosso per la fioritura di un alga indicatrice di un’aumentata trofia del lago. Il colore delle acque dell’Averno soprattutto in questa fase è molto simile a quello del lago di Ledro. Ma saranno solo i risultati dei prelievi dell’Arpac, che si conosceranno nella giornata di domani, a stabilirne con certezza la specie algale e la sua fase evolutiva.

Domenica 2 Aprile 2017, 14:45 – Ultimo aggiornamento: 02-04-2017 20:01

L’UE multa l’Italia per infrastrutture inadeguate sull’acqua potabile

NUOVA STANGATA SULLE BOLLETTE da economia.diariodelweb

In Italia il 60% delle infrastrutture dedicate al ciclo idrico integrato è stato realizzato oltre 30 anni fa e il 25% di queste supera i 50 anni. Bruxelles ha già aperto due procedure d’infrazione contro il Belpaese

Continua a leggere