AL TERZO GIORNO DI DIGIUNO, NELL’ANNIVERSARIO DELLA BOMBA DI HIROSHIMA, UN APPELLO ALL’INSURREZIONE NONVIOLENTA PER FAR CESSARE LA STRAGE DEGLI INNOCENTI NEL MEDITERRANEO di Peppe Sini

Ieri il Senato ha approvato in via definita e quindi convertito in legge il cosiddetto “decreto sicurezza della razza bis”, che porta ad abissale compimento la trista ripresa e l’ignobile sviluppo delle infami leggi razziste del regime fascista.
Non era mai accaduto nella storia dell’Italia repubblicana che un governo commettesse … Continua a leggere

RICORDANDO PRIMO LEVI NEL CENTENARIO DELLA NASCITA. CON DUE PROPOSTE DI AZIONE di Peppe Sini

Ricorre oggi, 31 luglio 2019, il centenario della nascita di Primo Levi.
Anche noi lo ricordiamo come il migliore dei nostri maestri.
E ricordandolo sappiamo quale sia il nostro dovere: proseguirne la lotta contro il fascismo, proseguirne la lotta contro il razzismo, per la vita, la dignita’ e i diritti … Continua a leggere

SCONFIGGERE LA POVERTÀ IN VENT’ANNI? SI PUÒ E SI DEVE

http://www.retisolidali.it/sconfiggere-la-poverta/

Dagli Obiettivi del Millennio all’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile: sconfiggere la povertà è l’obiettivo numero 1

431Categorie:IdeePrimopianoSezioniArgomenti:Goal 2030povertàsviluppo,sviluppo sostenibile 29-07-2019 Nicoletta Teodosi

Con l’arrivo del nuovo millennio, nel 2000, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la “Dichiarazione … Continua a leggere

CON LA FORZA DEL DIGIUNO PER SALVARE VITE UMANE. UN’INSURREZIONE NONVIOLENTA CONTRO LA FOLLE DECISIONE GOVERNATIVA DI CONDANNARE A MORTE I NAUFRAGHI di Peppe Sini

Riceviamo e diffondiamo. Grazie Peppe per la tua umanità ed impegno per i diritti umani e civili. Raimondo Chiricozzi

Ho espresso la solidarieta’ e il sostegno mio personale e del “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo a Petrie Drummond, Manfred … Continua a leggere

L’ORA. IL GOVERNO ITALIANO NON PUO’ CONDANNARE A MORTE I NAUFRAGHI. UN APPELLO

Il governo italiano con il cosiddetto “decreto sicurezza della razza bis” intende impedire ai soccorritori volontari di salvare vite umane nel Mediterraneo.
Questo significa condannare a morte i naufraghi, vittime inermi ed innocenti di una insensata, scellerata violenza.
*
Il governo italiano non solo omette di soccorrere esseri umani in … Continua a leggere

La nonviolenza contro il razzismo

La nonviolenza contro il razzismo
“LASCIATE SBARCARE I NAUFRAGHI SOPRAVVISSUTI AI LAGER LIBICI”. UNA NOTTE DI VEGLIA E DIGIUNO A VITERBO 11:17 (16 minuti fa)a Ccn: viterbo

“LASCIATE SBARCARE I NAUFRAGHI SOPRAVVISSUTI AI LAGER LIBICI”. UNA NOTTE DI VEGLIA E DIGIUNO A VITERBO

Nella notte tra mercoledi’ 26 e giovedi’ … Continua a leggere

C’E’ UN’ITALIA CIVILE CHE VUOLE SALVARE LE VITE. DA TUTTA ITALIA CRESCENTI ADESIONI ALL’APPELLO A MATTARELLA PROMOSSO DA LIDIA MENAPACE E PADRE ALEX ZANOTELLI

C’e’ un’Italia civile che vuole salvare le vite.
Che ritiene giusto soccorrere i naufraghi in pericolo di morte.
Che ritiene giusto liberare le vittime innocenti imprigionate nei lager libici.
Che ritiene giusto riconoscere il diritto d’asilo a chi e’ in fuga dalla guerra e dalla fame.
C’e’ un’Italia civile … Continua a leggere

Denuncia per vari reati di matrice razzista e per attentato contro la Costituzione, reati commessi e promossi dal Governo italiano di Peppe Sini

Alla Presidente del Tribunale di Viterbo
al Procuratore della Repubblica del Tribunale di Viterbo

e per quanto di competenza:
al Segretario generale dell’Onu
agli Alti commissari dell’Onu per i diritti umani e per i rifugiati
al Presidente della Corte Penale Internazionale
al Presidente della Corte di giustizia dell’Unione Europea Continua a leggere

Cultura dell’accoglienza e comunità inclusiva

17 Gennaio 2019

accoglienza evento CA

Asostegno e per l’implementazione delle politiche dell’organizzazione in tema di immigrazione e accoglienza, Cittadinanzattiva, in partenariato con AICS e FICTUS, sta realizzando il progetto dal titolo “Cultura dell’accoglienza e comunità inclusiva”.

Il progetto, finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche … Continua a leggere

Pagati 4 euro l’ora per essere trattati come schiavi. L’orrore delle vittime del caporalato a Latina

https://www.greenme.it/informarsi/agricoltura/30129-caporalato-latina?utm_source=newsletter_1526&utm_medium=email&utm_campaign=verde-quotidiano&auid=72157

Francesca Mancuso INFORMARSIAGRICOLTURA 17-01-2019

caporalato Latina

Pagati 4 euro l’ora, trattati come schiavi e costretti a lavorare 12 ore di fila nei campi senza sosta. A Latina la Polizia ha alzato il velo su un nuovo crudele caso di caporalato. Si parla di circa … Continua a leggere

Decreto Sicurezza: c’è chi dice no

https://www.corriere.it/politica/19_gennaio_08/decreto-sicurezza-mappa-sindaci-governatori-a42d58fe-1329-11e9-bf49-18644da0d07c.shtml

10 Gennaio 2019

decreto sicurezza no

Dal Nord al Sud dell’Italia è partita la protesta di Sindaci e Presidenti di Regione per contrastare le nuove norme contenute nel Decreto varato dal Ministro Salvini. Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo, Umbria, Basilicata e Sardegna sono le regioni che … Continua a leggere

Razzismo in UE contro le persone di colore è ‘diffuso e radicato’. Indagine UE

Scarica e stampa il PDF

Condividi da https://avvertenze.aduc.it/articolo/razzismo+ue+contro+persone+colore+diffuso+radicato_28807.php

 Essere di colore nell’UE spesso comporta l’esposizione a razzismo, condizioni abitative precarie e posti di lavoro scadenti. Secondo le conclusioni di un’importante indagine periodica dell’Agenzia europea per i diritti fondamentali, le persone di colore … Continua a leggere

CON IL SINDACO DI PALERMO, PER I DIRITTI UMANI, PER LA LEGALITA’ CHE SALVA LE VITE, PER LA DEMOCRAZIA E LA CIVILTA’ da Il “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo

Condividiamo l’appello del Centro di ricerca per la Pace e i diritti umani,

invitando i Sindaci del viterbese ad esprimere dissenso al decreto “sicurezza” che oltre ad essere incostituzionale determinerà soltanto insicurezza. A di la dei giudizi morali che si possono dare su un decreto che è contro … Continua a leggere

Mimmo Lucano all’attacco: ‘Un cristiano non può votare Salvini, governo fascista’

L’ex sindaco di Riace durissimo sul Decreto Sicurezza, critiche anche ai 5 Stelle ‘complici di leggi disumane’.
Lega Islamica del Veneto: I simboli del Natale nelle scuole non danno fastidio

Mimmo Lucano continua a pungere il governo Lega-5 Stelle e non risparmia colpi bassi (stavolta dai microfoni di ‘Circo Massimo’ su Radio Capital) al ministro dell’Interno Matteo Salvini, suo principale oppositore sul terreno delle politiche su immigrazione e ordine pubblico. Al sindaco di Riace, sospeso dalle funzioni per le note vicende legali che avevano portato circa due mesi fa all’arresto su mandato della Procura di Locri [VIDEO], nell’ambito dell’inchiesta ad ampio raggio sul Comune simbolo dell’accoglienza, non va proprio giù il Decreto Sicurezza appena licenziato dal Parlamento con voto favorevole della maggioranza sia alla Camera che al Senato.

Mimmo Lucano torna a criticare Salvini e il governo

Per l’esponente della sinistra, la norma che promuove un giro di vite su permessi umanitari e dispone la chiusura degli Sprar, con tanto di taglio ai contributi dello Stato per il mantenimento dei migranti sul territorio italiano, può essere tranquillamente definita “disumana”, così come altri provvedimenti dello stesso tenore portati avanti dalla componente leghista dell’esecutivo gialloverde.

“Come si può rimanere indifferenti rispetto a tutto ciò?”, si chiede con amarezza l’amministratore calabrese chiamando in causa i (tanti o pochi) religiosi che secondo il leader della Lega sosterrebbero la “tolleranza zero” del Viminale, rammentando che al contrario “il Vangelo e il cristianesimo sono fratellanza, amore e non certo di odio razziale”.

Decreto Sicurezza, ancora scintille tra Lucano e Salvini

Ma ce n’è anche per i 5 Stelle, definiti da Lucano per l’occasione senza mezzi termini “complici di un governo profondamente fascista” che oggi “discrimina i diritti umani e se la prende con i più deboli ”, tradendo le sue origini in nome di una “logica perversa” evidentemente ben incarnata dai ministri in carica. Si tratta, ad avviso del sindaco ‘in esilio’ di Riace, di una “forma di fascismo forse più pericolosa del passato”, contraddistinta dal “pensare di essere autoritari a tutti i costi” mentre nella società vige una sorta di “assuefazione mai vista prima”.

Proprio ieri sera, intervenendo nella trasmissione di Massimo Giletti su La7 “Non è l’Arena”, il capo del Carroccio e ministro dell’Interno [VIDEO] aveva rivendicato i provvedimenti in questione sostenendo di godere di consensi inaspettati anche in settori non tradizionalmente vicini alla Lega come gli ambienti ecclesiastici.

 

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO

clicca qui per collegarti al sito OHCHR

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne deliberazione, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede istruzioni al Segretario Generale di provvedere a … Continua a leggere

Orgogliosamente motorizzato da Parabola & WordPress.