Matera capitale UE della cultura 2019, Federconsumatori: “Stop a isolamento”

Matera sarà la capitale europea della cultura del 2019. Lo ha deciso venerdì scorso una giuria di esperti indipendenti nell’ambito del concorso lanciato dall’Unione Europea: l’ultima fase della selezione aveva individuato le cinque finaliste, Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena. I criteri per il conferimento del titolo di Capitale europea della cultura stabiliscono che le città devono preparare un programma culturale con una forte dimensione europea e incoraggiare la partecipazione dei cittadini sul territorio della città, dell’area circostante e dell’intero paese. Il programma deve avere un impatto durevole e contribuire allo sviluppo culturale e sociale della città nel lungo termine.

 

“Mi congratulo con Matera per la sua riuscita – ha commentato Androulla Vassiliou, Commissaria europea responsabile per la cultura – La competizione per aggiudicarsi questo titolo in Italia è stata estremamente accesa con 21 città concorrenti tra cui sono state scelte le finaliste. Il numero elevato di partecipanti testimonia l’immenso favore di cui gode questa iniziativa dell’Unione europea. Sono certa che Matera attirerà ancora più visitatori dall’Europa e da tutto il mondo spinti dal desiderio di scoprire la città e la sua storia e di apprezzare la varietà culturale che rappresenta uno dei punti di forza del nostro continente. Sono inoltre convinta che il titolo di Capitale della cultura recherà a Matera e all’area circostante importanti e duraturi vantaggi culturali, economici e sociali, come è avvenuto in precedenza con altre Capitali europee della cultura.”

A tal proposito Federconsumatori tocca un punto cruciale per Matera, ovvero l’isolamento della città (e dell’intera Regione Basilicata) e chiede un confronto immediato a Regione e Trenitalia per affrontare questi gravissimi problemi. “L’elezione di Matera a capitale della cultura 2019 sarà una straordinaria opportunità solo se gli interventi infrastrutturali saranno considerati realmente delle priorità”. L’Associazione cita il completamento della linea ferroviaria che collega Ferrandina a Matera,  il compimento dei lavori sulla Bradanica e, non di meno, l’adeguamento della pista Mattei in agro di Pisticci. “È necessario il massimo sforzo e la massima cooperazione fra le varie istituzioni per portare a termine tali opere – conclude Federconsumatori – Matera è un gioiello, che finalmente viene riconosciuto agli occhi del mondo. Bisogna fare di tutto per arrivare preparati al 2019: si tratta di un’occasione imperdibile, che se colta e valorizzata potrà portare nuovo sviluppo al territorio, sia in termini culturali che economici, per gli importanti risvolti turistici che potrà offrire”.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *