Richiesta di azioni e provvedimenti urgenti in favore di soggetti esentati per reddito e richiedenti l’accertamento della condizione di invalidità civile

Al Presidente della Regione Lazio e per opportuna conoscenza: alla Direzione regionale dell’I.N.P.S., ai Direttori generali delle Asl del Lazio, ai Presidenti delle Commissioni Invalidità della Regione Lazio

oggetto:  Richiesta di azioni e provvedimenti urgenti  in favore di soggetti esentati per reddito e richiedenti l’accertamento della condizione di invalidità civile.

Egregio Presidente,

l’Associazione italiana medici per l’ambiente – Isde (International Society of Doctors for the Environment)  di Viterbo, ha avuto recentemente notizia che i soggetti titolari di esenzione per reddito  riconosciuti dalla Regione Lazio debbono comunque pagare per intero visite ed accertamenti diagnostici richiesti dalle Commissioni invalidità al fine di accertare in questi stessi soggetti i requisiti sanitari in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità .

Pertanto premesso che :

  • le Regioni segnalano le persone che hanno diritto all’esenzione, il tipo di esenzione (totale o parziale) e le rispettive quote che devono pagare;
  • l’eventuale pagamento parziale viene effettuato presso la struttura che eroga la prestazione stessa;
  • tra le varie categorie di esenzione, quella “per reddito” è l’esenzione dal pagamento, totale o in forma ridotta, delle prestazioni specialistiche ambulatoriali da parte di categorie sociali a basso reddito;
  • categorie di esenzione per reddito sono le seguenti:
  • E01: Soggetto con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.165,98 euro (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
  • E02: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) della condizione di Disoccupazione con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
  • E03: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) di Assegno (ex pensione) sociale (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).
  • E04: Soggetto titolare (o a carico di altro soggetto titolare) di Pensione al Minimo con più di 60 anni e reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex articolo 8 comma 16 della Legge 537/1993 e successive modifiche ed integrazioni).

(http://www.poslazio.it/opencms7/opencms/sociale/pos/cittadino/Servizi_al_cittadino/esenzioneTicket/),

l’Isde di Viterbo chiede che vengano posti in essere azioni e provvedimenti urgenti perché i soggetti titolari di esenzione per reddito E01, EO2, EO3 e EO4 non debbano più sostenere il pagamento di accertamenti e visite necessari al riconoscimento della condizione certificazione di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, ponendo così termine ad una palese quanto ostativa difficoltà nella piena attuazione dell’Articolo 32 della Costituzione italiana.

dottoressa Antonella Litta

referente dell’Associazione italiana medici per l’ambiente – Isde  (International Society of Doctors for the Environment )

Viterbo, 20 ottobre 2014
Per comunicazioni: e-mail: isde.viterbo@gmail.com;

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *