Inchiesta ASL, indagini verso la conclusione: spiccano nomi eccellenti

clicca qui per l’articolo originale

L’indagine della Procura di Viterbo iniziata più di tre anni fa dai PM Fabrizio Tucci e Stefano D’Arma sembra essere giunta a conclusione. Corruzione, concussione, truffa aggravata e abuso d’ufficio, questi i capi d’accusa mossi nei confronti di 24 indagati: 19 persone fisiche e 5 società.

Inchiesta ASL: indagini verso la conclusione

Non mancano i nomi eccellenti della sanità pubblica viterbese, dall’ex manager della Asl Giuseppe Aloisio al suo successore ed attuale direttore generale Adolfo Pipino, fino al consulente strategico di Aloisio Mauro Paoloni ed altri importanti dirigenti come Andrea Bianchini, Massimo Foglia e Renato Leoncini. Il mondo imprenditoriale non è meno colpito, spiccano infatti i nomi noti di Umberto Maria Marcoccia, Roberto e Fabio Angelucci, Gianluca Parroccini, Alfonso Lisi, Ferdinando Morabito, Luciano Facchini, Rita Cortas. Cinque le società nel mirino della Procura: Abbott Srl, Servizi Italia Spa, Gruppo Rori Srl, Ali Spa e Centro Diaz Srl.

 

Appalti pilotati e procedure poco trasparenti, questo il quadro che sembra emergere dalle indagini dei PM. Nei prossimi giorni emergeranno altri particolari che faranno sicuramente luce su di una vicenda dai lati ancora oscuri. 

13/02/2012

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *