Carnevale Romano 2012

clicca qui per l’articolo originale da zingarate.com

Dall’11 al 21 febbraio 2012, torna la grande festa dedicata alla tradizione tra maschere, travestimenti e spettacoli

Con tradizioni, maschere, spettacoli e tanto divertimento, torna a Roma, dal prossimo 5 febbraio 2012, l’appuntamento con il Carnevale Romano. 

Maschere, travestimenti, giochi di luce, festeggiamenti e tanto divertimento invaderanno il Centro di Roma, per la grande festa del Carnevale, che compie 4 anni e che riproporrà, in chiave moderna, quelli che erano i festeggiamenti del carnevale di Roma. 

Per oltre una settimana via del Corso, piazza del Popolo, piazza di Spagna e piazza Navona si trasformeranno in teatri a cielo aperto con clown, personaggi bizzarri o con celebri maschere come Arlecchino, Colombina e Pulcinella. 

Nato nel Medioevo, il Carnevale Romano ha tuttavia la sua massima esplosione dopo l’elezione di Papa Paolo II, il quale, dopo il trasferimento della residenza pontificia a Palazzo Venezia, concentra nel centro storico ed in particolare nella Via Lata (attuale Via del Corso), la maggior parte dei festeggiamenti carnevaleschi.

LEGGI ANCHE: COSA VEDERE A FEBBRAIO A ROMA

Fino al 1870, nella Roma papalina il Carnevale è stato un appuntamento molto atteso dai romani e vissuto con grande partecipazione come il solo momento per dimenticare una vita dura, colma di miseria e privazioni. “Re per un giorno” il popolo diventava protagonista dimenticando le rigide regole quotidiane e riversandosi nelle strade con licenza di divertimento. Ogni ordine sociale era sovvertito ed ogni scherzo era concesso in quei giorni di temporanea follia collettiva.

Per l’occasione via del Corso si trasformava in un teatro all’aperto dove alle maschere tradizionali  si aggregavano costumi tratti dalla vita quotidiana: “il medico”, “il brigante”, “il nobile decaduto”. Piazza del Popolo era invece il punto di partenza per una sfrenata corsa nelle vie della città dei cavalli di origine nord-africana, i berberi.

Continua a leggere…

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *